Processo di selezione

Obiettivo della selezione è far emergere quei candidati che uniscano a una spiccata capacità in campo accademico la disponibilità alla vita in comune, alla tolleranza e alla comprensione per opinioni e comportamenti diversi dai propri. Inoltre, vista la lontananza dall’ambiente familiare e l’impegno richiesto dai programmi scolastici, particolare attenzione viene prestata all’equilibrio e solidità del carattere, oltre che allo stato di salute psico-fisica.

La Commissione Nazionale Italiana ha nominato la Commissione Nazionale di Selezione, che è responsabile delle selezioni. Tutte le prove si svolgono in Italiano. 

Le selezioni sono articolate in due fasi: 

  • una preselezione (inter)regionale: a questa fase sono ammessi tutti i candidati che, rispondendo ai requisiti minimi enunciati nel Bando, avranno inviato, nei termini prescritti, la documentazione richiesta completa;
  • una selezione nazionale che si svolge al Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico ONLUS a Duino (TS), alla quale sono convocati solo i candidati che, in fase di preselezione (inter)regionale, hanno ottenuto i punteggi più alti.

Nel corso delle preselezioni (inter)regionali i candidati sono chiamati a sostenere prove scritte di cultura generale, logica-matematica e attitudine linguistica, oltre ad una prova orale che consisterà di un colloquio individuale su temi attitudinali e di cultura generale. E' inoltre prevista la partecipazione ad attività di gruppo. 

I candidati che si qualificano per la selezione nazionale vengono coinvolti in discussioni di gruppo e colloqui individuali, che vanno a valutare non solo la loro preparazione scolastica, ma anche la motivazione, il potenziale e gli interessi personali di ciascun candidato. 

Al termine delle selezione nazionale la Commissione Nazionale di Selezione stilerà una graduatoria, secondo l'ordine di merito, in base ai criteri atti a dare una valutazione complessiva delle potenzialità di ciascun candidato. Nell'assegnazione dei candidati ai Collegi del Mondo Unito per i quali sono disponibili borse di studio si terrà presente, ove possibile, l'ordine di preferenza indicato dai candidati stessi prima dello svolgimento della selezione nazionale. 

L'ammissione ai Collegi del Mondo Unito è comunque subordinata al conseguimento, da parte del candidato, della promozione a classe successiva, senza alcuna riserva, alla fine dell'anno scolastico in corso (giugno). 

 

Come affrontare le selezioni

Le selezioni sono spesso una delle prime occasioni che uno studente ha per confrontarsi con coetanei provenienti da contesti diversi, in un'occasione comprensibilmente di forte tensione ed emotività anche psicologica. La presenza degli ex-allievi, i quali si sono trovati a suo tempo dall' "altra parte", fa sì che le attività svolte, sebbene siano molto intense e certamente richiedano la massima attenzione e concentrazione, siano mirate e finalizzate a mettere in luce gli aspetti di maggiore interesse ai fini della selezione.

Le selezioni non sono una gara; il risultato finale non è certo una graduatoria di valore, ma piuttosto si riferisce a quanto un ragazzo possa essere più o meno adatto all'avventura del Collegio in quel momento della propria vita.

Lo spirito con cui affrontare le selezioni deve portare al confronto e alla condivisione di un'esperienza che vorrebbe anche entrare nel bagaglio dei bei ricordi, insieme a qualche indirizzo da contattare in ogni caso, indipendentemente dal risultato finale.

In bocca al lupo!